love is your name steven

Salve, sono un ragazzo di 20 anni e 2 settimane fa ho svolto una visita urologica per un dolore testicolare dovuto su diagnosi del dottore da un epididimite, prima dell’ecografia però aveva notato qualcosa di strano al prepuzio e quando me l’ha scoperto ha detto tipo che ho il frenulo corto e devo essere circonciso perché il glande quando viene scoperto deve rimanere eretto anziché piegarsi, io gli ho chiesto se si trattasse di fimosi ma ha detto di no, solo di dover circoncidere ed abbiamo fissato l’intervento per dopo l’epifania perché ha detto che non è una problematica urgente da affrontare, non è stato più preciso nel dirmi cosa fosse esattamente. però io otre questo nell’ultimo anno ho riscontrato alcuni sintomi che un po’ per vergogna per il tipo di visita che si deve fare ho sempre trascurato fino a poco tempo fa.. i sintomi in questione sono secchezza del glande di conseguenza difficoltà nella masturbazione e rapporti sessuali, per entrambe le cose devo usare un lubrificante od usare la saliva per gli stessi fini, altrimenti non ci riuscirei. poi quando ritraggo il prepuzio oltre il glande con il pene in erezione, non tutta la pelle raggiunge lo stesso livello di allineamento, difficile da spiegare ma ci provo una parte della pelle rimane un po’ più alta e se provo a scorrere ulteriormente per far si che vada allo stesso livello del resto della pelle sento tirare, probabilmente il frenulo, non dolente però alla vista risulta molto arrossato e nella zona più alta del frenulo vicino all’uretra è un po’ biancastro. il glande al tatto per via della secchezza risulta molto sensibile, la corona invece sembra più violacea rispetto al colore del glande, ma forse è normale questo. a tutto questo aggiungo che con la secchezza generale, una volta scoperto il prepuzio non si riavvolge come dovrebbe ma devo farlo io manualmente e quando entra in contatto con la corona del glande comincia ad aggrovigliarsi creando una sorta di anello, l’unico modo è usare la saliva per lubrificare e torna su dasolo. Viene eseguito quando un individuo ha un pene “sottile”. Vi sono varie tecniche di Lipoenoscultura: la scelta della tecnica è in funzione di vari parametri . Se l’individuo è normo-peso e/o sovrappeso come spesso avviene si può effettuare (in Day-Hospital) il trapianto autologo (trasferimento di cellule adipose: Lipo-penoscultura). Viene eseguita prelevando con un ago-cannula l’adipe in eccesso (liposuzione), spesso a livello pubico  o addomino-pubico, e poi viene  ri-iniettato sotto la cute prepuziale, per cui il pene diviene più grosso di circa il 30%.. Il risultato estetico in flaccidità è quello di un pene più lungo (essendo più pesante) e più grosso avendo una circonferenza maggiore.In erezione il pene è ulteriormente più largo in quanto si assomma all’aumento di diametro fisiologico che si viene ad avere in tale stato , quello della lipo-penoscultura. Bisogna sottolineare che in un numeroso numero di soggetti l’adipe può  riassorbirsi (spece nei fumatori) , dove il micro-circolo è alterato, per cui tale metodica è sconsigliata ai severi tabagisti cronici, che non hanno intenzione di smettere di fumare. Solitamente l’adipe impiantato si riassorbe in 6-12 mesi. Gli estensori che si possono trovare in commercio, online o nei sexy shop più attrezzati in realtà promettono miracoli, ma qualche lieve risultato lo danno. Ci sono conferme da chi lo ha utilizzato, che dopo un paio di mesi di uso continuativo, senza ne dolori, ne fastidi, il pene pare essersi allungato di qualche millimetro. Il medico mi ha consigliato Xtrasize per i miei problemi di erezione. Ha detto che i suoi componenti rapidamente potrebbero risolvere il problema e ha anche chiesto la misura del pene perché, come ha affermato con un sorriso sul volto, un “effetto secondario” sarà un aumento delle dimensioni del pene. Dopo 2 mesi di cura i problemi di erezione sono sparti, il pene e` piu` lungo di 6 cm. La moglie e` felice allora neanch`io mi lamento. La tecnica più utilizzata  al mondo, di ultima generazione e definitiva  per la Falloplastica di ingrossamento del pene è quella dell’innesto di Matrice di Derma collagene lioflizzato coltivato in laboratorio, ( a-cellulare e quindi bio-compatibile con l’uomo), tessuto dermico acellulare utilizzato da tanti anni con successo nella chirurgia ricostruttiva delle grandi ustioni e nella induratio-penis-plastica. Il Derma Liofilizzato   ha una similarità al tessuto cavernoso pari al 99%. Quindi è elastico ed ottimamente tollerato, senza alcun rischio di rigetto. Viene innestato sopra il fascio cavernoso un foglietto di Derma con la funzione di ingrandire la circonferenza del pene. Con questa tecnica il pene aumenta del 25-30% definitivamente. Con la nuova tecnica chirugica rivoluzionaria secondo “Alei” , non vengono assolutamente toccati i corpi cavernosi ne aperti, il tessuto di Derma Porcino Intexen viene solamente appoggiato sopra il fascio cavernoso e fissato con dei micro punti di sutura che si sciogliearanno da soli. Il risultato estetico in inattività è quello di un pene più lungo (essendo più pesante) e più grosso avendo una circonferenza maggiore. In erezione il pene è ulteriormente più largo in quanto il diametro fisiologico è stato aumentato. Come citato in precedenza, la crema per allungare il pene e’ composta da ingredienti naturali al 100%, naturalmente occorre acquistare quella giusta, altrimenti si avranno più svantaggi che vantaggi, ma di questo non ti preoccupare, poiche’ continuando a leggere questo post, ti citerò quali sono le creme migliori da utilizzare e vedrai che i risultati saranno alquanto eccellenti. Chi pensa male, sbaglia. “Così come un’impronta digitale o un bulbo oculare, che sono due delle parti del corpo più comunemente utilizzate nelle tecnologie biometriche, il pene ha molti fattori che lo caratterizzano, come la dimensione, il colore e la sporgenza delle vene – spiega Darren Press, Vice Presidente di CamSoda, a Mashable – Tuttavia, a differenza delle impronte digitali e degli occhi, i peni non vengono esposti al pubblico nella maggior parte dei casi e sono comunemente coperti, al massimo condivisi con persone amate e di cui, presumibilmente, ci si fida”. Salve, sono un ragazzo di 20 anni e 2 settimane fa ho svolto una visita urologica per un dolore testicolare dovuto su diagnosi del dottore da un epididimite, prima dell’ecografia però aveva notato qualcosa di strano al prepuzio e quando me l’ha scoperto ha detto tipo che ho il frenulo corto e devo essere circonciso perché il glande quando viene scoperto deve rimanere eretto anziché piegarsi, io gli ho chiesto se si trattasse di fimosi ma ha detto di no, solo di dover circoncidere ed abbiamo fissato l’intervento per dopo l’epifania perché ha detto che non è una problematica urgente da affrontare, non è stato più preciso nel dirmi cosa fosse esattamente. però io otre questo nell’ultimo anno ho riscontrato alcuni sintomi che un po’ per vergogna per il tipo di visita che si deve fare ho sempre trascurato fino a poco tempo fa.. i sintomi in questione sono secchezza del glande di conseguenza difficoltà nella masturbazione e rapporti sessuali, per entrambe le cose devo usare un lubrificante od usare la saliva per gli stessi fini, altrimenti non ci riuscirei. poi quando ritraggo il prepuzio oltre il glande con il pene in erezione, non tutta la pelle raggiunge lo stesso livello di allineamento, difficile da spiegare ma ci provo una parte della pelle rimane un po’ più alta e se provo a scorrere ulteriormente per far si che vada allo stesso livello del resto della pelle sento tirare, probabilmente il frenulo, non dolente però alla vista risulta molto arrossato e nella zona più alta del frenulo vicino all’uretra è un po’ biancastro. il glande al tatto per via della secchezza risulta molto sensibile, la corona invece sembra più violacea rispetto al colore del glande, ma forse è normale questo. a tutto questo aggiungo che con la secchezza generale, una volta scoperto il prepuzio non si riavvolge come dovrebbe ma devo farlo io manualmente e quando entra in contatto con la corona del glande comincia ad aggrovigliarsi creando una sorta di anello, l’unico modo è usare la saliva per lubrificare e torna su dasolo.

kalwi

Helooo